CHIESA DI SANTA CECILIA. CROARA DI SAN LAZZARO DI SAVENA - BO

Nel chiostro della Chiesa della Croara retta per secoli dai Canonici Regolari della Congregazione di S. Salvatore, Giovanni Paltrinieri ha recentemente recuperato due Orologi Solari risalenti alla fine del Cinquecento. La loro presenza era nota da tempo intravedendosi qualche porzione di linea oraria che faceva capolino sotto un notevole strato di tinte. Recentissimi lavori di restauro pertinenti all’ex zona conventuale, voluti dall’Economo Generale dell’Arcidiocesi di Bologna nonché parroco di questa chiesa, Mons. Gian Luigi Nuvoli, seguiti attentamente dalla Soprintendenza di Bologna, hanno portato alla pulitura completa dell’intonaco facendo riaffiorare altre porzioni di linee orarie. Gli strumenti sono due, su altrettante pareti attigue, tali da consentire una lettura oraria che copre l’intera giornata e recano il motto:

A SOLIS ORTV VSQVE AD OCCASVM
dal sorgere del Sole fino al tramonto

Gli gnomoni da tempo immemorabile erano scomparsi, come pure erano completamente cancellate molte linee orarie e diversi segni relativi ai Solstizi e agli Equinozi. Si è dunque provveduto a ricomporre il tutto e renderlo funzionale, pur mantenendo immutate le linee presenti sebbene in molti casi si sono rilevate non perfette, certamente a causa di una tracciatura eseguita direttamente in parete usando riga, squadra, compasso, filo a piombo e livella.

La tracciatura oraria è del tipo “Italiana Normale”: fa coincidere le ore 24.00 col preciso momento del Tramonto del Sole. Si può prudentemente supporre che l’Autore cinquecentesco fosse Don Valentino Pini, bolognese e Canonico di questa Congregazione, il quale come dicono le memorie dell’epoca realizzò numerosi e lodevoli Orologi Solari, pubblicando inoltre un pregevole testo di Gnomonica. In una foto, Mons. Nuvoli affiancato a Paltrinieri alla conclusione dei lavori.